Vicente Todolí

vicent-todoli-300_author_image

Vicente Todolí

Vicente Todolí è stato nominato direttore della Tate Modern dal consiglio di fondazione della Tate nel 2002, e ha iniziato a lavorarvi a tempo pieno nel marzo del 2003. Prima di questa nomina era stato direttore del Museo di Arte contemporanea di Serralves, a Porto, in Portogallo.

La carriera di Vicente Todolí nel campo delle arti visive si estende su oltre 30 anni, e include le posizione di curatore capo (1986-88) e in seguito direttore artistico dell’IVAM (Istituto valenzano di Arte moderna, 1988-96), prima di entrare nel Museo Serralves come direttore fondatore nel 1996. È stato membro della giuria e del Comitato consultivo del Carnegie International 1995 e ha fatto parte della squadra di curatori di Futuro, Pasado y Presente (diretta da Germano Celant) alla Biennale di Venezia 1997.

Dal 2002 al 2007 ha fatto parte del consiglio direttivo della Fondazione internazionale Manifesta. Attualmente è consulente del Museo di Arte contemporanea di Barcellona (MACBA), del Museo Serrvalves di Porto, della Fondazione Botín di Santander, del Kaldor Public Art Projects di Sidney, solo per citarne alcuni. È anche membro del consiglio direttivo di Parasol Unit di Londra e della Fondazione Merz di Torino.

All’IVAM ha curato mostre di opere di artisti contemporanei come John Baldessari, Richard Prince, Ruthenbeck Reiner, James Rosenquist, Richard Tuttle, Per Kirkeby, Tony Cragg, Juan Muñoz, Julião Sarmento, Guillermo Kuitca, Cildo Meireles e Pedro Cabrita Reis, nonché è stato responsabile della collezione.

Al Museo Serralves, è stato il curatore della mostra inaugurale del museo, Circa1968, e delle mostre di James Lee Byars, Franz West, Gary Hill, Hamish Fulton, Baumgarten Lothar, Fischli & Weiss, Horn Roni, Claes Oldenburg e Coosje van Bruggen, Richard Hamilton/Dieter Roth: Collaborations, Relations, Confrontations e Francis Bacon: Caged/Uncaged.

Alla Tate Modern ha curato le mostre di Sigmar Polke, Robert Frank, Fischli & Weiss, Cildo Meireles, Rodchenko and Popova: Defining Constructivism e Van Doesburg and the International Avant Garde.

È nato a Valencia, in Spagna, nel 1958. La sua formazione include una laurea in Geografia e Storia presso l’Università di Valencia e studi post-laurea in Storia dell’arte come borsista Fulbright presso la Yale University e la City University di New York. È stato borsista del Programma ISP presso il Whitney Museum of American Art di New York nel 1984-85.

È Chevalier des Arts et des Lettres, ha ricevuto l’ordine di Santiago da Espada in Portogallo nel 2003, ed è stato proclamato dottore honoris causa a Valencia nel 2011.

Attualmente è consulente di vari musei e fondazioni, tra i quali la Fondazione Pirelli a Milano, la Fondazione Botín di Santander, la Fondazione Per Amor a l’Art di Valencia e la collezione Inelcom di Madrid. È direttore artistico del Hangar Bicocca di Milano (Fondazione Pirelli), dove ha curato le seguenti mostre: Diter Roth per Roth Bjorn Islands, Cildo Meireles Installations e Paiva & Gusmao Papagaio.

Back